ANTIFONA D’INGRESSO

Egli mi invocherà e io lo esaudirò;
gli darò salvezza e gloria,
lo sazierò con una lunga vita.

VANGELO

Mc 1,12-15

+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

Parola del Signore

RIFLESSIONE

Questo conciso racconto, di appena tre versetti, è il prologo di tutta la vita di Gesù di Nazaret, pieno di Spirito Santo, venuto a liberare l’uomo dal male e ricostituirlo amico di Dio. Gesù, che nel battesimo ha ricevuto lo Spirito ed è proclamato “figlio” da parte di Dio, ora, nel deserto, subisce le tentazioni, Marco non dice quante, che riguardano il stato di “Figlio di Dio” Queste sono le tentazioni di ogni cristiano, in quanto “figlio di Dio” in Cristo, ma anche la tentazione della Chiesa tutta. La tentazione che che Gesù subisce è quella che subisce ogni uomo: quella di “pensare secondo gli uomini”, non secondo la parola rivelata da Dio”.Il male è nel cuore dell’uomo, che intende l’essere figlio di Dio a suo esclusivo vantaggio, come Adamo. Gesù opponendosi alle tentazioni diventa il Nuovo Adamo e inaugura la nova creazione vincendo il male e ricostituendo quell’ordine che era presente “in principio”: infatti “stava con le fiere”, segno di riconciliazione con tutto il creato. l’intento di Satana è quello di distogliere Gesù dalla sua missione, non proponendoli cose contrarie alla volontà di Dio, ma trasformando la sua volontà di servire in volontà di dominio, di successo, di potere, mettendo gli altri al proprio servizio, asservendoli ai propri desideri dando loro il contentino di non andare contro corrente. (LaChiesa.it)