VERBALE CPP 20/04/2015

L’incontro è iniziato in chiesa con un momento di adorazione guidata da Don Emilio ripensando a tutte le belle iniziative e le tante belle persone che gravitano attorno alla nostra parrocchia. Dopo di che ci siamo spostati in patronato per affrontare i punti dell’ordine del giorno: dopo aver ricordato la raccolta di generi alimentari ci siamo soffermati in particolare in 3 punti:

 

FESTE PARROCCHIALI

L’organizzazione non è ancora iniziata poiché l’esecuzione dipende da come saranno strutturate le vie di movimentazione dei camion. Appena ci saranno dati certi si deciderà se organizzare a pieno o in modalità ridotta gli eventi.

 

S. MESSA DEL 10/05/2015

Domenica 10 Maggio, la S. Messa delle 10:30 sarà celebrata da Don Mariano (prete novello del Seminario di Padova) e cogliamo l’occasione per festeggiare l’Accolitato di Mirko avvenuto a inizio 2015. Si è pensato quindi di personalizzare l’ Introduzione, aggiungere una preghiera dei fedeli e portare all’Offertorio Pane, Vino e l’Icona che la nostra Parrocchia donerà a Mirko. Al termine della Messa ci sarà un piccolo rinfresco animato dagli educatori e dai ragazzi.

 

ORIENTAMENTI PASTORALI SUI GIOVANI

Abbiamo preso come punto di partenza il fascicoletto sugli orientamento pastorali. Ecco alcune frasi ci hanno colpito più di altre ed alcuni pensieri nati dalla nostra riflessione:

“la religione cristiana non ha più il potere di una vota, la scoperta della fede arrivi quindi ora dall’intimità spirituale della persona”

“perché le proposte vengano accolte come significative, bisogna cambiare il modo di porsi, lo stile di relazione”

“il bombardamento di conoscenza fornito dal web crea grande confusione ne giovani, i quali tendono a crearsi una loro religione prendendo spunto dalle cose a loro gradite nelle varie religioni”

“l’adulto trasmette ciò che è e io che sa, il rispetto della libertà nella crescita spirituale dei giovani è fondamentale”

“e se non li ritroveremo, non significa che Dio non li ritroverà”

“nel rapportarsi con un giovane bisognerebbe chiedersi quale domanda lui ha bisogno che gli si ponga e in che modo, se si riesce ad instaurare un rapporto di fiducia i ragazzi si aprono e creano dei rapporti profondi con la persona con cui s’interfacciano”

“il gruppo e le figure di riferimento, come gli educatori, sono essenziali per i ragazzi e i giovani”

La riflessione si è conclusa ricordando che la nostra realtà è già molto ricca di attività studiate a misura di giovane (2 gruppi giovanissimi, gruppo giovani, spazio giovani, etc). Più che creare altre attività bisognerebbe dedicarsi a migliorare ed arricchire quelle già presenti.

 

PROMEMORIA

Quest’anno ricorre il 25° anniversario dell’arrivo delle nostre Sorelle, come idea per ringraziarle si era pensato al Tesoretto Spirituale (iniziativa solitamente proposta dall’oratorio). Tra pochi giorni inizierà in mese di Maggio, sarebbe bello che si riprendesse la tradizione delle Messe nelle famiglie (senza preoccuparsi del momento di condivisione successivo) e che le partecipazioni al rosario nei vari capitelli fosse più numerosa.